Turismo, valorizzare il patrimonio del Sud

villa altheaIl turismo è un settore economico da valorizzare con politiche opportune perché l’Italia non ha compreso bene la sua potenzialità. Ricordare questa forza economica è sempre importante, non è mai ripetitivo, perché il Paese è fermo da anni; solo in questo periodo assistiamo a piccole azioni che lasciano intravedere possibili obiettivi nella giusta direzione. Ciò di cui ha bisogno la nazione è una maggiore determinazione e una forte accelerazione. «L’Italia deve puntare sul turismo di qualità e per questo gli operatori economici che lavorano nel settore e le Istituzioni devono impegnarsi per un’offerta sempre più adeguata agli alti standard internazionali. Non possiamo crogiolarci solo sulle grandi bellezze che abbiamo ereditato dal passato e che non sono merito nostro». Non usa mezzi termini Lara Parente, responsabile degli eventi di Villa Althea e fondatrice del Premio Althea. Continue reading

Roma, quella complicata pedonalizzazione dei Fori Imperiali

Fori Imperiali - RomaA Roma, negli ultimi mesi, i Rioni Monti ed Esquilino sono stati scossi da un terremoto senza precedenti. È stato proprio il 4 luglio scorso che, a seguito del vertice Marino-Bray, ha preso consistenza il piano di pedonalizzazione di una parte di via dei Fori Imperiali, ossia il percorso fra largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo. Nonostante il tratto abbia veramente un’estensione esigua, le conseguenze di questa chiusura hanno determinato una serie di cambiamenti alla viabilità di non piccola entità. L’effetto boomerang non si è fatto attendere. Non si tratta di un capriccio dettato dall’abitudine nel percorrere le solite strade, parte di un consolatorio rituale quotidiano, ma di reali scossoni alla vita delle persone, costrette a fare i conti con la novità. Quali sono le parti coinvolte in una decisione tanto delicata? I residenti, i commercianti, coloro i quali attraversano, tutti i giorni, la zona per recarsi al lavoro, senza tralasciare gli studenti delle molteplici scuole della zona che, come nel caso della Mazzini e della Bernardino da Feltre, sono troppo piccoli per prendere il bus e vengono accompagnati dai loro genitori. Non sono da dimenticare i conducenti dei pullman turistici, disperati dalla prospettiva di trovarsi incastrati nelle strade di Roma quando tutti saranno tornati dalle vacanze e il traffico impazzerà e impazzirà per tutta l’area, considerando che a via Labicana, dall’inizio di agosto, non si può superare il limite di velocità fissato a 30 chilometri orari. Continue reading