Quando la Befana passa a Urbania

befana a urbanaIl turismo diventa un assoluto protagonista durante le festività natalizie perché c’è la giusta opportunità di ammirare paesaggi ambientali e borghi medioevali. Tutto si trasforma in un viaggio alla ricerca del luogo caratteristico da visitare. L’Italia ha un enorme patrimonio culutrale e artistico da ammirare; c’è soltanto l’imbarazzo della scelta quando dobbiamo decidere la località da visitare. Il belpaese è veramente una ricchezza da ammirare. La festa della Befana di Urbania è sicuramente la giusta ricorrenza per ammirare il paese delle Marche. Questa festa, con le sue diciannove edizioni, è una delle più longeve in Italia, dedicata alla famosa nonnina dal naso adunco e dalla scopa volante. Nella cittadina in provincia di Pesaro-Urbino, dal 2 al 6 gennaio 2016, la Befana è per tutti. La novità di quest’anno è davvero sorprendente: la Befana avrà ad Urbania una vera casa. Il Comune ha deciso di ristrutturare uno spazio del palazzo civico, quello attiguo alla Torre campanaria, che sarà, per sempre, la Casa della Befana, aperta tutto l’anno. Nessun problema per i turisti che volessero arrivare durante altri periodi dell’anno: possono ammirare la casa della Befana per vedere le particolarità caratteristiche del folklore italiano. L’inaugurazione del grande evento è prevista il 2 gennaio 2016 e saranno proprio il Sindaco di Urbania Marco Ciccolini e la Befana in carne e ossa, con tutte le sue aiutanti, a presenziare la manifestazione. Nella casa, i bambini, ospiti d’eccezione, accompagnati da mamma e papà, possono intrattenersi con la vecchietta più amata d’Italia, che penserà a regalargli dolcetti e tanta emozione. C’è anche la straordinaria possibilità di scrivere le letterine last minute per ricevere i regali dell’Epifania e avere la fortuna di conoscere la Befana proprio da vicino. Urbania aspetta, dunque, i bambini di tutte le età per rivivere l’emozione delle diverse attività in programma: dalle spettacolari discese della Befana dalla Torre campanaria e dal campanile del Palazzo comunale, alla sfilata della calza da record più lunga del mondo, realizzata interamente dalle befane del paese; dai laboratori creativi a tema, per grandi e piccini alla sciarpa dell’amore che, ogni giorno, le aiutanti befane lavorano a maglia per abbracciare idealmente tutti i bambini del mondo. Senza dimenticare il divertente Palio della befana che vede impegnati i ragazzi dei quattro rioni della città in sfide di abilità e destrezza. Per tutti i bambini non possono mancare tanti dolci, tutti da gustare nella Piazza del Cioccolato, nel Viale dei Balocchi, nel Cortile dell’arte e del gusto, dove si possono trovare leccornie di ogni tipo e prodotti tipici del territorio marchigiano. Per chi volesse, la notte del 5 gennaio 2016, la Befana di Urbania, grazie alle sue zelanti e infaticabili aiutanti, porterà i regali ai piccoli ospiti nelle case, negli agriturismi, nei camper e negli hotel del territorio. Questa è una vera magia resa possibile grazie al lavoro della Proloco durantina alla quale i genitori potranno rivolgersi per organizzare un’Epifania indimenticabile per i loro bambini (informazioni: Proloco Urbania – 0722/317211 prolocourbania@libero.it). C’è un particolare benvenuto all’affezionato pubblico dei camperesti che, a Urbania, può sostare nell’area camper service Piazzale delle Corriere (Viale Michelangelo, 1 Piazzale delle Corriere (50 posti) a 200 metri dal centro città (area attrezzata con pozzetto, fonte d’acqua e illuminazione notturna) e nell’area camper service Barco in località Barco ducale Colonia (posti 65), anch’essa area attrezzata con pozzetto, fonte e illuminazione.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>