La musica popolare italiana racconta il Bel Paese

musica popolare italiana - prodotti tipiciLa musica popolare italiana racconta e promuove l’Italia nelle sue straordinarie sfaccettature composte dal folklore, dalla cultura, dalla storia, dall’arte, dalla gastronomia. Il patrimonio culturale e artistico del Paese subisce influenze fondamentali dalla melodia. Il nuovo portale web dedicato alla musica popolare italiana vuole favorire la conoscenza del Bel Paese mediante l’innovazione, la creatività e l’opportunità. Sono queste le linee guida messe a punto per il nuovo progetto musicale da New Media Farm, in collaborazione con Triumph Group International. L’imponenza della musica nel costante racconto minuzioso della vita italiana con peculiarità da ricordare, agevola la conoscenza del Paese. Sono momenti resi sempre vivi dalla melodia, capace di restituire alle persone ricordi storici da conservare perché rappresentano la memoria di una nazione. La musica e il folklore sono due capitoli di un volume interessante dove è possibile conoscere quelle particolarità e quei segreti di una popolazione. È una piattaforma internazionale, in lingua italiana e inglese, dove sono ospitati un numero illimitato di artisti, agenzie, organizzatori, festival, consorzi e Istituzioni. Qualsiasi canale attivo nel settore della musica made in Italy racconta e promuove l’immagine della Penisola, partendo da una delle arti espressive che l’ha resa un’autentica antesignana in materia. Sul portale web sono già presenti 1.500 artisti e band, 15.000 video musicali, scuole di ballo e canto e migliaia di eventi. Con una media mensile di 13.000 utenti unici e 16.000 visite, più di 22.000 utenti sui social network (tra cui Facebook, Twitter e Youtube) e 2 app dedicate (1 scaricabile da iTunes e l’altra da Google Play), il portale è un’autentica vetrina dove approfondire ogni argomento per tematiche, aree geografiche e stagionali, canali multimediali e blog di discussione. Il portale web offre anche straordinarie opportunità di lavoro attraverso gli annunci rivolti ai singoli e alle aziende, alle fondazioni e agli enti istituzionali (locali e nazionali) che intendono promuovere un dialogo trasversale con la tradizione musicale specifica. Il concetto di musica popolare comprende il folklore ma anche la controcultura, l’underground, le espressioni orali di affabulazione musicale, la multietnicità, la musica antica e contestualizzata, le note scritte con il linguaggio del popolo e per il popolo. Un’ampia summa senza confini delineati senza avere la pretesa di rappresentare una enciclopedia, perché è retta da meccanismi dinamici dell’inserimento continuo di notizie e file multimediali forniti dagli stessi utenti che possono, tra l’altro, iscriversi gratuitamente usufruendo anche dell’apposito canale You Tube collegato. Oltre ai vari approfondimenti trattati all’interno della piattaforma, curati direttamente da grandi esperti del settore, tra questi Ambrogio Sparagna, Antonio Infantino, Francesco Fiore e Mimmo Epifani, si apriranno anche speciali dedicati ai territori italiani, ai loro luoghi, eventi, usi, costumi e tradizioni, prodotti tipici e maestrie artigiane. Un’altra grande sfida che intende affrontare il portale nella tipologia di ricerca, di programmazione e di linguaggio informatico affrontato è svecchiare un argomento da molti considerato di nicchia, per avvicinarlo a un target plurigenerazionale che attraverso il web e i social può apprendere la storia musicale non ufficializzata dai libri e al contempo può trasmettere, a sua volta, cultura.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>