Il Festival del pesce azzurro a San Benedetto del Tronto

anghiò - pesce azzurroIl Festival del pesce azzurro è nuovamente protagonista a San Benedetto del Tronto, nelle Marche, con Anghiò. La quinta edizione della kermesse, conseguenza della consolidata collaborazione fra Tuber Communications e l’Agenzia Sedicieventi, si svolge dal 5 al 13 luglio 2014 con il patrocinio della Regione Marche e il suo progetto Porti Aperti, della Provincia di Ascoli Piceno e del Comune di San Benedetto del Tronto. Non possono mancare alici, sarde, sgombri, ricciole, tonni protagonisti della manifestazione dedicata al pesce azzurro. L’iniziativa è nata per promuovere e per valorizzare la lunga tradizione ittica delle Marche, in particolare quella di San Benedetto, il cui porto è secondo in Italia sia per la quantità di pesce pescato, sia per la quantità di imbarcazioni impiegate. Il settore ittico, insieme a quello turistico, è l’attività trainante dell’economia cittadina. L’attività della pesca e quella riguardante il turismo costituiscono due asset strategici nell’economia del territorio. La formula vincente del Festival vede come regina indiscussa l’alice, chiamata Anghiò in dialetto sanbenedettese. Seguono mostre a tema, convegni, incontri e seminari informativi per aiutare i visitatori a conoscere le qualità di questo pesce, attualmente rivalutato dal punto di vista nutritivo e dietetico. Degustazioni, show cooking e piatti proposti da grandi chef consentono ai partecipanti di apprezzare il gusto del pesce azzurro, un tempo considerato povero mentre ora è rivalutato dal punto di vista nutritivo e dietetico. Gustoso e leggero, il pesce azzurro è conosciuto per le sue preziose qualità organolettiche, ricco di sali minerali, di vitamine e soprattutto di omega 3, senza tralasciare gli acidi grassi polinsaturi che svolgono effetti benefici sul cuore e sulla circolazione, abbassando il livello del colesterolo. È fondamentale imparare a mangiare bene e sano, quindi è importante insegnare ai bambini la buona cultura dell’alimentazione. Non possono mancare i piatti tipici della tradizione italiana e internazionale con coinvolgenti laboratori didattici per bambini. Il Palazzurro è nuovamente il centro della manifestazione. Turisti e visitatori possono approfittare di una vasta offerta gastronomica, per gustare le ricette a base di pesce azzurro provenienti dall’Italia e dal mondo. È un’occasione per aumentare quella conoscenza fondamentale in grado di seguire la buona alimentazione. Tutto ciò serve a migliorare il personale benessere. L’educazione alimentare può aiutare a prevenire, con la giusta gastronomia, serie malattie. La medicina è sempre più sensibile all’alimentazione specie nei ragazzi poiché si riscontra sempre di più un’adolescenza a rischio obesità. Una buona educazione alimentare può aiutare seriamente. È per questo motivo che diventa interessante conoscere nuove informazioni mediante queste rassegne sulla gastronomia, dove è possibile scoprire segreti da servire sulla nostra tavola.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>