Il Museo dell’Opera del Duomo completa il restauro

Museo dell'Opera del Duomo - firenzeIl Museo dell’Opera del Duomo di Firenze chiude al pubblico il 19 maggio 2014 per riaprire nell’autunno 2015. Per l’occasione si svolge una grande inaugurazione del nuovo museo. La manifestazione coincide con il Convegno ecclesiale nazionale dal titolo “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”. La chiusura si rende necessaria per concludere i lavori di realizzazione del nuovo museo. A seguito della ristrutturazione la nuova realtà museale di Firenze può contare sul doppio dello spazio rispetto a quello attuale, con una superficie di 5.250 metri quadrati di cui 2.430 espositivi, mentre il resto è destinato ad aree d’accoglienza e a spazi tecnici. Il nuovo Museo dell’Opera del Duomo punta su un allestimento razionale ed evocativo, dove le opere trovano gli spazi adeguati per agevolare una lettura corretta e suggestiva. Tra le maggiori raccolte di arte sacra al mondo, con capolavori di Donatello, Lorenzo Ghiberti, Luca della Robbia, Antonio Pollaiuolo e Michelangelo, il museo raccoglie statue e dipinti eseguiti per il Battistero, Campanile e Duomo di Firenze. Si tratta di opere che, per motivi di conservazione o nel corso di modifiche e ammodernamenti, sono state rimosse dalla collocazione originaria e sottratte dall’uso liturgico. È una rivalutazione di spicco relativa a una realtà culturale di Firenze per restituire al capoluogo toscano un bene architettonico di primaria importanza. C’è bisogno di recuperare e di ampliare gli spazi espositivi presenti nelle aree culturali italiane, poiché il Bel Paese vanta una notevole ricchezza culturale da valorizzare. Tra le sale più spettacolari del nuovo museo, il cui allestimento è stato affidato a Natalini e Guicciardini & Magni architetti, c’è la sala dell’Antica Facciata. È una piazza lunga 36 metri e alta 20 dove sono collocate un colossale modello della facciata trecentesca del Duomo e 40 statue del Trecento e primo Quattrocento, esposte davanti a questa titanica ‘quinta’. La realizzazione del nuovo Museo rientra in un ampio progetto dell’Opera di Santa Maria del Fiore relativa alla riqualificazione della piazza del Duomo e dei suoi monumenti, centro del sistema museale del “Grande Museo del Duomo”. L’investimento per i lavori ammonta a oltre 30 milioni di euro. Procede spedita la pulitura delle pareti esterne della cattedrale, mentre è iniziato il restauro delle facciate del Battistero di San Giovanni Battista e dei Palazzi dei Canonici, con le statue di Arnolfo di Cambio e Filippo Brunelleschi. Alcuni interventi strutturali migliorano la fruizione dei monumenti con nuovi percorsi di visita e il nuovo allestimento interno di Santa Reparata.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>