Riolo Terme, splendidi tour tra Amazzoni e Cavalieri

Amazzoni e CavalieriL’equiraduno nazionale riesce a unire la gastronomia con la natura. È una straordinaria occasione per ammirare i grandi patrimoni dell’Italia. L’ambiente e la buona cucina contribuiscono a favorire una sana vita, condita con quel giusto apporto di cultura e di alimentazione derivanti dai prodotti tipici dei territori del Bel Paese. Alla metà di maggio c’è un’affascinante manifestazione per coinvolgere le persone su argomenti della cultura italiana. Per tutti gli appassionati di equitazione è in programma, il 17 e il 18 maggio 2014 a Riolo Terme, in provincia di Ravenna, l’equiraduno nazionale delle Amazzoni e dei Cavalieri. Il fantastico evento nasce fra le bellezze dell’Appennino emiliano-romagnolo, tra dolci colline, torrenti, boschi, rocche e castelli, i quali caratterizzano il comprensorio turistico delle Terre di Faenza: paradiso per gli amanti dell’ippoturismo. Gli itinerari che conducono le Amazzoni e i Cavalieri alla curiosa scoperta di questo spicchio di Romagna sono caratterizzati da un’attenta presenza tra natura, cultura ed enogastronomia. Tutto ciò è basilare per unire interessanti aspetti all’insegna di un turismo ecocompatibile e responsabile. Il programma si presenta ricco con diverse sorprese. Tutto comincia con una tranquilla passeggiata in campagna alla scoperta di fenomeni geologici inconsueti, come quelli presenti nel Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola e i Calanchi di Argilla Azzurra. Questi ultimi costellano il morbido profilo collinare di elementi insoliti. Non possono mancare l’attraversamento di suggestivi borghi e i percorsi della Corolla delle Ginestre. Si tratta di itinerari praticabili, oltre che a cavallo, anche a piedi e in mountain bike, che permettono di cogliere la ricchezza dell’ambiente di questo spicchio di Romagna. I percorsi segnalati della Corolla (circa 55 chilometri a piedi, circa 70 chilometri a cavallo e in mountain bike) sono praticabili interamente o per parti, in una o più giornate, usufruendo dei servizi forniti dalle strutture ricettive situate lungo il percorso. La straordinaria bellezza dell’ambiente regala momenti magici dove è possibile comprendere la grande ricchezza della natura, troppo spesso abbandonata. È un patrimonio da salvare e da tutelare se non vogliamo assistere a derive incontrollate. Dopo una full immersion nella natura non può mancare l’altra ricchezza della gastronomia italiana come i prodotti tipici. C’è la degustazione del pregiato olio d’oliva di Brisighella e gli apprezzati vini Doc, comprese le conserve, la frutta, i dolci caserecci, i prelibati primi piatti (tagliatelle, cappelletti, strozzapreti), le erbe aromatiche e lo Scalogno di Romagna Igp. Queste prelibatezze della gastronomia del territorio attendono le Amazzoni e i Cavalieri lungo le diverse tappe del percorso.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>