Quell’appassionante tour a Casale Monferrato

tour a casale monferratoÈ una rassegna sempre aggiornata con le diverse attualità culturali, tra mostre, eventi, presentazioni di libri, musica classica. Non manca nulla per esaltare la cultura con un respiro europeo. Ogni stagione è l’occasione per organizzare un dibattito oppure un vernissage. La Locanda dell’Arte a Solonghello, nel Piemonte, propone durante questo periodo, al piano terra, la rassegna fotografica Animali in Natura nel Monferrato. È un percorso di immagini di Stefania Monsini, la quale cura anche l’allestimento. Altro argomento. Altro capitolo culturale. C’è un’autentica opportunità da sfruttare nella visita a Villa Vidua con il suo spettacolare “salotto cinese”, senza tralasciare le curiose esplorazioni nel fantastico Monferrato, scrigno di tesori. È bene ricordare che fino al 30 maggio 2014 Palazzo Monferrato del capoluogo, Alessandria, ospita ed espone la mostra Pietro Morando tra Pellizza, Carrà e Severini. Viaggio nel tempo di un giramondo alessandrino. Nel percorso tra l’art-hotel e Alessandria si trovano il sito Unesco di Parco Naturale, Sacro Monte e Santuario a Crea e la cittadina di Casale Monferrato, dove interessanti collezioni sono visitabili al Museo Civico, alla Biblioteca del Seminario, nella Sacrestia del Duomo e alla Sinagoga, nei cui spazi hanno sede il Museo degli Argenti e il Museo dei Lumi. «L’idea di presentare una rassegna fotografica di quello che si vede nei dintorni nasce dall’esperienza – spiega Maria Sormani, titolare di Locanda dell’Arte – perché gli ospiti dell’albergo chiedono suggerimenti su cosa vedere e su quali itinerari percorrere. Il fascino della campagna attira l’attenzione al pari della curiosità, mentre l’art-hotel propone il gioco della scoperta del paesaggio come una caccia al tesoro. La conformazione dell’edificio offre molti punti di osservazione sul panorama e permette di “inquadrare” alcune visuali. Con le immagini in mostra a ciclo stagionale l’art-hotel propone delle anticipazioni con focalizzazione e ingrandimento sui dettagli di quello che si può vedere dentro e fuori le mura dell’albergo. Come la bellezza di un albero secolare, di un fiore di campo che nasce spontaneo sul ciglio della strada o di una libellula in volo o posata su uno stelo. Sono cose che si possono semplicemente vedere, oppure osservare da vicino e capire in profondità. A chi vuole entrare nel vivo del genius loci, Locanda dell’Arte offre un accesso attraverso queste esposizioni che mostrano alcuni aspetti e figure». C’è tempo fino a luglio 2014, sulla strada dell’andata o del ritorno o durante il soggiorno, per fare tappa nella città d’arte Vercelli dove visitare L’artista come sciamano, esposizione di 22 capolavori di Kandinsky. Nella città è possibile ammirare le sale di Museo Borgogna, dove è in esposizione la mostra dedicata a Umberto Ravello (1881-1917), pittore vercellese che è stato un originale interprete della pittura di paesaggio. Con breve deviazione di percorso, nell’itinerario tra Vercelli e la Locanda dell’Arte si attraversa il territorio dell’EcoMuseo delle Terre d’Acqua e si raggiungono l’antico mulino della Riseria San Giovanni di Fontaneto Po, un sito di particolare interesse ambientale, il Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino, senza tralasciare lo storico complesso di Lucedio, con l’Abbazia e il Principato.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>