Roma, la creatività artistica di Roberto Fallani

Roberto Fallani - architetturaLa creatività artistica di Roberto Fallani è in bella evidenza, dal 6 al 20 maggio 2014, presso la Casa dell’Architettura di Roma, suggestivo spazio dell’ex Acquario Romano, sede dell’Ordine degli Architetti di Roma. C’è un interessante percorso espositivo dedicato all’opera di un personaggio che ha espresso una poliedrica creatività nelle visioni artistiche. Roberto Fallani è autore di 53 brevetti, di innovative sculture dai materiali più vari, di oggetti di arredamento tecnologico e fantastici scenari urbani. L’inventore-costruttore è di origini toscane e inizia la sua attività di designer ideando oggetti pratici, tecnologici e funzionali con grande attenzione al trasporto, montaggio, smontaggio, manovrabilità e misure. Roberto Fallani anticipa, negli anni Ottanta, alcuni dei principi strutturali su cui è tuttora basata la produzione delle grandi catene di distribuzione nel settore dell’arredamento. La sua mostra antologica dal titolo Futuro Anteriore segue un itinerario multipiano di oltre una ventina di produzioni uniche tra ferro, legno, alluminio e materiali alchemici, dove la progettazione tecnica ed ergonomica si abbina a uno studio quasi ossessivo della forma e della possibilità di interagire con la persona. Tutto ciò determina situazioni emozionali. Una mostra che, rivisitando il passato onnivoro del suo artefice, intende coinvolgere una generazione che vive un’epoca di devastazione interiore dove ogni ambizione è compromessa. La creazione artistica di Roberto Fallani riesce a coinvolgere la realtà sociale comprese le emozioni delle persone, mentre il particolare assume un’importanza fondamentale. Nella filosofia di Roberto Fallani, le cui opere sono diffuse in una limitata produzione riguardante un mercato internazionale, l’attenzione al dettaglio è uno spunto iniziale per una personale sintassi dove il linguaggio si struttura attraverso varie unità compositive come “il sostegno”, “il collegamento o raccordo”, “l’incastro-snodo”, la “modanatura-profilatura”, la “superficie”. Sono tutti elementi realizzati con pochi essenziali materiali dove la molteplice permutazione contraddistingue lo stile e la progettualità del suo ideatore.

L’esposizione, con ingresso libero a tutti, è aperta dal lunedì al venerdì con il seguente orario: dalle 10 alle 20.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>