Festa dell’Orto a Brescia svela i segreti della coltivazione

festa dell'orto - bresciaLa Festa dell’Orto a Brescia vuole aumentare quella sensibilizzazione sulle tematiche riguardanti l’agricoltura. Durante la giornata di domenica 30 marzo 2014, dalle 9.00 alle 19,00, sono in programma incontri gratuiti, assaggi e degustazioni per scoprire il fantastico mondo dell’orto, nelle sue molteplici declinazioni fino ad arrivare ai diversi usi messi in pratica nella gastronomia. Alla Festa dell’Orto è previsto un evento speciale gratuito, presso Brescia Garden in via Vallecamonica, dove le persone possono ammirare e ricevere spiegazioni sulle migliori tecniche di coltivazione dell’orto, senza tralasciare i preziosi consigli di un grande chef, Beppe Maffioli, pronto a suggerire le nuove tecniche per utilizzare le piante da orto nella gastronomia. È ricco il programma della giornata. Si comincia alle 9,00 con l’apertura di un’esposizione di una nuova linea di piante biologiche aromatiche e da orto; alle 10,30 c’è un incontro gratuito a cura di Franchi Sementi sulle tecniche di coltivazione degli ortaggi per orti di casa, sul balcone e sul terrazzo; alle 16,00 si svolge un incontro con lo chef Beppe Maffioli dal titolo “Come valorizzare gli aromi e le verdure dell’orto in cucina”. Nel mondo dell’agricoltura è interessante comprendere le proprietà delle erbe per seguire una sana alimentazione, capace di aiutare a migliorare la vita. È fondamentale la conoscenza delle erbe e degli ortaggi dal vaso al piatto, riconoscendo le diverse varietà, comprese le caratteristiche, senza tralasciare i consigli su come coltivarle in casa o sul balcone. Tra le decine di varietà di aromatiche in esposizione è possibile riconoscere le più classiche come l’origano, la maggiorana, la salvia, il rafano, l’anice, il timo. È una vera full immersion nel mondo delle erbe per scoprire le più particolari come la “salvia ananas”, le cui foglie hanno il sapore e profumano di ananas, le diverse varietà di menta come la “menta piperita” dalle grandi proprietà fitoterapiche, la “menta da cocktail” oppure la “menta glaciale” dal gusto fresco e intenso. Il coriandolo è una delle aromatiche più antiche ed è una erbacea annuale utilizzata in erboristeria e nella gastronomia. Nell’Oriente è bene ricordare che le foglie e i rametti di coriandolo vengono utilizzati al posto del più noto prezzemolo. Tra le famose piante da orto sono da valorizzare i “pomodori zebra”, rarità quasi dimenticata dai frutti rigati e dal colore molto chiaro. Non passa in secondo piano “read pear”, il tipico pomodoro con bacche a forma di pera dal sapore ottimo e ideali per guarnire le portate a tavola. Il “lilliput” è una varietà di pomodori di tipo precoce che sviluppa frutti di piccole dimensioni. Sono in commercio le “Meraviglie di Venezia”, specie di fagiolo rampicante dalla colorazione gialla o la zucchetta friulana, di buona produzione e con frutti lunghi di colore giallo oro. C’è un vasto assortimento di ortaggi e di aromatiche poco conosciute o dimenticate che trovano specifici utilizzi nella gastronomia. La Festa dell’Orto è un’opportunità per avere un confronto culturale completamente gratuito con Franchi Sementi e con lo chef Beppe Maffioli. Alla fine del pomeriggio non possono mancare gli assaggi di pane e focaccia cucinati con erbe e ortaggi. La Festa dell’Orto è un’ottima occasione per valorizzare le diverse coltivazioni dell’orto, avvicinandosi alle tecniche più sofisticate con ottimi segreti da tenere presente per aumentare la conoscenza dell’agricoltura, troppo spesso dimenticata.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>