La famosa ciambella con il mosto di Marino

marino - ciambella con il mostoLa ciambella con il mosto di Marino è un dolce caratteristico della famosa Sagra dell’Uva, la manifestazione folkoristica del paese, a due passi da Roma. Tra le diverse ricette che compongono il patrimonio caratteristico della gastronomia dei territori italiani, è bene conoscere la preparazione di questo dolce davvero speciale dei Castelli Romani. Non c’è solo il pane di Genzano o di Lariano a evidenziare le peculiarità della gastronomia del luogo, perché altri prodotti peculiari sono pronti a delineare quella famosa identità culturale che trova nella gastronomia la sua affermazione più elevata. La ricetta per preparare la ciambella con il mosto, il dolce particolare quanto gustoso, è veramente semplice. È necessario capire bene la filosofia della preparazione della prelibata ciambella, al fine di entrare con maggiore passione nella preparazione del dolce caratteristico di Marino. Il primo passo è fondamentale: versare in una grande zuppiera oppure in un catino la metà della farina, la metà del mosto, la metà del lievito di birra. Quando sono bene sistemati questi ingredienti coprire con un panno e lasciare riposare per l’intera notte. La ciambella con il mosto deve avere un’accurata preparazione altrimenti non riesce il capolavoro, secondo la tradizione. Il giorno dopo è importante unire all’impasto i restanti ingredienti. Subito dopo è opportuno impastare bene e coprire con una coperta, affinché l’impasto si mantenga ben caldo. A questo punto bisogna aspettare pazientemente che lieviti la preparazione. Il famoso dolce è quasi pronto servono soltanto piccoli dettagli. Quando l’impasto è cresciuto, prendere la dose giusta in grado di realizzare una bella palla. Quindi sarà opportuno lavorare l’impasto fino a farlo diventare una vera e propria ciambella. Continuare fino a terminare bene il lavoro sull’impasto. Ora il gioco è fatto, la ciambella con il mosto sta per avere una sua identità gastronomica. Serve molta cura e delicatezza per prendere una ciambella alla volta e depositarla dentro una teglia infarinata. Con il forno a temperatura moderata cuocere fino a quando le ciambelle non abbiano acquisito un bel colore dorato. Può essere utile, per abbellire la ciambella, usare un piccolo pennello, al fine di lucidare la ciambella con acqua e zucchero. Il capolavoro è riuscito, pronto per i festeggiamenti della Sagra dell’Uva di Marino. Il particolare dolce legato alla Sagra riesce a coinvolgere molte persone per la sua bontà, unica e originale.

Francesco Fravolini

Share

One thought on “La famosa ciambella con il mosto di Marino

  1. Appena posso mi vengo ad affacciare per leggere i tuoi articoli. Non mi abituerò mai alla passione e la professionalità che metti in quel che fai! Il tuo è un lavoro impagabile, spero vivamente che qualcuno prima o poi se ne accorga e che riesca a darti le giuste gratificazioni che meriti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>