Ascoli Piceno, Fritto Misto esalta le straodinarie fritture

fritto mistoFritto Misto esalta le fritture italiane e straniere coinvolgendo le persone in un gustoso happening della gastronomia. L’evento si svolge ad Ascoli Piceno dal 25 aprile al 4 maggio 2014. È la decima edizione ricca di novità per assaggiare le fritture tradizionali, in compagnia di esperti e di autorevoli chef. Grande successo di pubblico durante la passata edizione, con un incremento di oltre il 10% dei partecipanti. La kermesse, organizzata da Tuber Communications e dall’Agenzia Sedicieventi, propone un programma originale per celebrare la tecnica della frittura di alta qualità in ogni sua declinazione. La manifestazione, realizzata in collaborazione con numerose associazioni di categoria del territorio, è patrocinata da Regione Marche, Provincia e Comune di Ascoli Piceno e dalla Camera di Commercio di Ascoli Piceno. I menu 10 da 10 e lode! sono la novità di quest’anno. Si tratta di quattro cene a tema preparate da altrettanti chef, fra i più famosi delle Marche. Tutto comincia domenica 27 aprile, alle ore 20.30, con Enrico Lazzaroni, chef del ristorante Il Tiglio di Montemonaco (AP) la cui cucina si distingue per la capacità di unire tradizione e innovazione. Si continua, alla stessa ora di lunedì 18 aprile, con Moreno Cedroni, chef del ristorante La Madonnina del Pescatore di Senigallia (AP) al quale la guida Michelin ha assegnato 2 stelle per creatività ed eccellenza. Venerdì 2 maggio è la volta di Aurelio Damiani, chef di talento e spessore della trattoria Damiani e Rossi di Porto San Giorgio (FM), mentre domenica 4 maggio, Errico Recanati, chef del ristorante Andreina di Loreto (AN), conosciuto per le sue succulente specialità di carne, chiude la decima edizione di Fritto Misto. Il cuore della manifestazione è ancora una volta il Palafritto di Piazza Arringo, con il suo appetitoso percorso culinario che consente di provare oltre 40 diverse ricette, selezionate tra le maggiori prelibatezze italiane e internazionali a base di fritto. Tante le imperdibili proposte di questa edizione, dagli arancini siciliani alla tipica frittura di paranza marchigiana; dall’immancabile oliva all’ascolana del Piceno Dop ai panzarotti pugliesi, dalla pizza fritta napoletana al baccalà fritto romanesco, passando da piatti rinomati all’estero come il fish & chips inglese, i falafel mediorientali e le specialità di Giappone e Spagna. C’è il mercatino del fresco dove si possono trovare tutti gli ingredienti freschi per un fritto di qualità. Grazie alla collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia – Regione Marche, Fritto Misto può avere a disposizione un’intera area dedicata esclusivamente ai fritti gluten free. Tornano i menu a tutto fritto, un’occasione per i ristoranti del centro storico di presentare ghiotti menu a base di fritto, al fine di omaggiare gusto e tradizione. Presso il Polo Didattico si svolgono le lezioni di cucina e le degustazioni che valorizzano le eccellenze marchigiane. Spazio riservato ai gustosi laboratori per grandi e bambini di cucina la tua oliva, in collaborazione con Piceno Open – Vinea Qualità Picena, progetto realizzato da Vinea, Cooperativa di Produttori Viticoli operanti nella provincia di Ascoli Piceno, per promuovere i prodotti a denominazione di origine controllata e quelli derivanti da agricoltura biologica del territorio marchigiano. Piceno Open è presente con un proprio stand dove sono protagoniste le famose e indiscusse eccellenze del territorio Piceno, con particolare riferimento all’olio extravergine di oliva e ai pregiati vini la cui gamma si compone dell’Offida Docg (Passerina, Pecorino e Offida Rosso), del Rosso Piceno Doc, anche nella versione Superiore, del Falerio Doc e della Doc Terre di Offida. Durante la durata di Fritto Misto, presso lo stand Piceno Open in piazza Arringo, è possibile degustare sia l’olio extravergine di oliva sia i vini Doc e Docg del Piceno, in abbinamenti interessanti e creativi. Presso lo stand di Piceno Open è possibile partecipare a laboratori e degustazioni del progetto Piceno Senso Creativo, finanziato dal Gal Piceno, grazie al quale Fritto Misto si collega a una rete di importanti eventi del territorio: Anis, Festival dell’Anice Verde di Castignano, Secondi a Nessuno di Acquaviva Picena, Ciborghi d’Italia ad Offida, Non chiamatelo scorzone a Force, Olio Fest a Ripatransone e Monterubbiano, e La Mela Rosa dei Sibillini di Montedinove. È rinnovata la collaborazione con l’Istituto Marchigiano di tutela dei Vini, offrendo sfiziosi abbinamenti a pregiati vini del territorio e le Lezioni da Bere, svolte dalla prestigiosa Enoteca delle Marche. Fritto Misto è attento all’ambiente: migliaia di litri di olio usati per friggere saranno recuperati e riciclati in biodiesel.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>