Firenze, il sito web dell’Opera di Santa Maria del Fiore

opera santa maria del fioreC’è il nuovo sito web dell’Opera di Santa Maria del Fiore (http://operaduomo.firenze.it/) ad aumentare la promozione culturale della Toscana. È completamente rinnovato nella forma grafica con contenuti più arricchiti, fruibile su tutti i dispositivi mobili e desktop. Tutto ciò consente a tutte le persone una facile e veloce navigazione per conoscere la storia. Con questa iniziativa web l’Opera di Santa Maria del Fiore, una delle più antiche istituzioni al mondo, fondata dalla Repubblica Fiorentina nel 1296 per sovrintendere alla costruzione del Duomo, presenta al mondo il suo patrimonio storico. È un progetto di elevata importanza poiché valorizza la cultura italiana, aumentando il potenziale dei visitatori e degli appassionati. Con le nuove tecnologie del web è possibile divulgare la cultura con maggiore semplicità, al fine di arrivare a una vasta platea di persone. Tutto ciò è opportuno per promuovere le testimonianze storiche come l’Opera di Santa Maria del Fiore a Firenze. Per evidenziare l’unitarietà di questo grande patrimonio, nella home page del sito è stata creata un’area (www.ilgrandemuseodelduomo.it), dedicata ai monumenti del Complesso di Santa Maria del Fiore, dove è possibile acquistare i biglietti di ingresso, conoscere gli orari di apertura al pubblico e le modalità di visita. È una buona opportunità per informare il turista agevolando la sua visita. Sempre nella home page troviamo gli eventi organizzati dall’Opera come la Cavalcata dei Magi, lo Gnomone, la rassegna musicale O Flos Colende, la Festa dei battezzati il 24 giugno, senza tralasciare le conferenze e le aperture straordinarie dei monumenti. L’originale novità per essere informati sulle attività dell’Opera, per conoscere le curiosità, i personaggi che hanno caratterizzato la storia del complesso di Santa Maria del Fiore, arriva dal blog Opera Magazine. Sono sette le sezioni tematiche nelle quali è organizzato il sito: storia, archivio, bottega, eventi, cappella musicale e pubblicazioni. Dalla sezione storia si può accedere alla cronologia con i principali avvenimenti dal XIII al XX secolo. Una ricostruzione del passato straordinaria che inizia nel 1294, quando il Comune di Firenze decreta la costruzione della nuova Cattedrale e due anni dopo, l’8 settembre 1296, viene celebrata la cerimonia della posa della prima pietra, mentre il progetto è affidato all’architetto Arnolfo di Cambio. Si prosegue nel tempo per arrivare nel mese di gennaio 1331 quando in Santa Reparata viene ritrovato il corpo di San Zanobi, vescovo fiorentino dal 376 al 407, oppure il 13 aprile 1334 quando Giotto viene nominato architetto dell’Opera e il 18 luglio successivo inizia la costruzione del Campanile. È una carrellata di avvenimenti storici, uno dopo l’altro, fino alla fine del secolo scorso. Da non sottovalutare la sezione dedicata all’Archivio Storico dell’Opera, dove sono consultabili importanti documenti come i celebri Registri battesimali, con i battezzati nel Battistero di San Giovanni dal 1450 al 1900, tra cui Dante Alighieri (1266), Amerigo Vespucci (1454) e Niccolò Macchiavelli (1469); i Codici Corali di Santa Maria del Fiore, che oltre a tramandare un ricco repertorio di canti gregoriani, contengono straordinarie miniature disseminate tra i fogli in pergamena; le fonti di Santa Maria del Fiore dal 1417 al 1436, ovvero l’arco di tempo in cui fu progettata e costruita la Cupola del Brunelleschi.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>