Turismo, l’Italia è in vetrina alla rassegna della BIT

turismo alla bitIl turismo presenta le sue peculiarità mettendo in bella mostra le bellezze artistiche e storiche, con straordinari paesaggi ambientali. Sono tutte proposte di soggiorni con diverse declinazioni, a seconda del territorio proposto. La Borsa Internazionale del Turismo, classica rassegna dedicata al turismo, in programma a Milano dal 13 al 15 febbraio 2014, coinvolge gli operatori del settore al fine di suggerire nuovi itinerari. Sono diversi i tour prospettati per accontentare le richieste dei turisti. Le offerte inserite nel programma, presentato alla Borsa Internazionale del Turismo, vogliono attirare l’attenzione sul patrimonio paesaggistico e culturale dell’Italia. Si comincia dal turismo religioso per passare al turismo sostenibile, agli itinerari di montagna, ai fantastici percorsi on the road, senza tralasciare le ambite realtà storiche e artistiche da scoprire e da ammirare nelle città d’arte. È una grande industria italiana che intende rilanciare l’economia del Paese. Il turismo può essere un deciso volano economico, come più volte sostenuto, poiché favorisce un graduale aumento dei consumi domestici. Tutte le regioni italiane si presentano alla Borsa Internazionale del Turismo per dialogare con i più grandi tour operator, promuovendo la ricchezza del territorio. C’è un crescente desiderio di persuadere avvalendosi delle sagre, dei musei, dell’enogastronomia, delle pinacoteche, del folklore. La cultura è un argomento sul quale investire per ottenere un sicuro riscontro in termini turistici. La rassegna della Borsa Internazionale del Turismo è un momento nel quale l’Italia è raccolta all’interno di una fiera, in grado di presentare le peculiarità più curiose. Non potranno mancare le proposte della Valle d’Aosta con il suo affascinante artigianato e i suoi castelli presenti sul territorio, mentre le altre regioni punteranno alle peculiarità più richieste come l’enogastronomia. Umbria, Toscana e Lazio si assicureranno le sagre, il vino e l’olio doc, comprese le testimonianze storiche nelle città d’arte e nei borghi medievali. Se il Sud d’Italia scommetterà sul mare c’è il Nord che sorprenderà il turista con la montagna e con i laghi, specie nella Lombardia. Il Cilento esalterà le tradizioni del territorio con le diverse associazioni culturali, pronte a organizzare eventi per valorizzare la cultura del luogo. È impensabile dimenticare il famoso olio del Cilento al pari di quello dell’Umbria, con quelle immancabili differenze delle proprietà organolettiche che caratterizzano l’olio delle due regioni d’Italia. Matera presenterà la straordinaria testimonianza artistica con i famosi sassi e le innumerevoli realtà storiche. La città ha un fascino straordinario, capace di accogliere il turista curioso che desidera visitare un ambiente originale. La Sicilia e la Sardegna convinceranno con il mare mentre la Puglia presenterà i suoi caratteristici trulli. Le Marche si aggiudicheranno il primato dell’attrazione turistica con le Grotte di Frasassi mentre l’Emilia-Romagna concentrerà l’attenzione sulla straordinaria arte del merletto. Sono soltanto alcune delle particolarità più ricercate dal turista, capaci di conferire quell’identità culturale che comprende tutta la Pensiola. Le famose isole da vedere come Capri, Ischia, Procida, Ponza, Stromboli, Lipari, Giglio completeranno il quadro del turismo del Bel Paese, dove il magico tour può tramutarsi in una grande avventura culturale, ben corredata da paesaggi mozzafiato e da testimonianze storiche e artistiche. È una spettacolare combinazione in grado di affascinare il turista. Buon viaggio nelle meraviglie dell’Italia.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>