Mezzano, costruire una catasta artistica di legno

Mezzano - catasta artistica di legnoLa costruzione di un oggetto originale conferisce quella maggiore identità specifica alla località. Il Comune di Mezzano nel Trentino bandisce un concorso per la realizzazione di una catasta artistica di legno. È una straordinaria particolarità del luogo che il turista può ammirare durante la sua visita. Le località restano nella memoria dei visitatori in virtù delle particolarità specifiche facenti parte del territorio. Sono iniziative importanti perché contribuiscono a mantenere sempre presenti le tipicità di un luogo. L’opera artistica sarà installata nel paese. La catasta artistica di legno è un’integrazione di un percorso turistico, già ampiamente costellato di 17 opere. Sono iniziative importanti da realizzare poiché tratteggiano l’arredo urbano, conferendo quella distintiva peculiarità di appartenenza. Il tema per la costruzione della catasta artistica di legno è totalmente libero, purché riconducibile al filone romantico, facente parte della filosofia del borgo (natura, religione, paesaggio, ruralità, musica) mentre è libera anche la location. A differenza dello scorso anno, i progetti non sono vincolati a un luogo e a una soluzione specifici. Verrà valutata semplicemente la validità dell’opera, capace di trovare la giusta collocazione: addossata a un muro, libera all’aperto, su ballatoi, su suolo pubblico o privato. Nessun vincolo con le misure. C’è solo una limitazione: non si accettano opere a mosaico. Oltre ai ciocchi di legno possono essere impiegati tutti i tipi di materiale che rappresentino l’espressione della creatività dell’artista, con costi il più possibile contenuti. Le parole d’ordine alle quali attenersi sono qualità estetica, integrazione nel contesto, innovazione, competitività, facilità di progettazione e realizzazione, economicità e facilità di manutenzione. All’artista che vincerà con il suo progetto sarà offerto un soggiorno di una settimana per due persone a Mezzano, uno dei Borghi più Belli d’Italia, il rimborso del viaggio e del materiale utilizzato e portato con sé, compreso un ulteriore rimborso spese di 500 euro. L’organizzazione del concorso si occuperà di fornire il resto del materiale occorrente, del taglio della legna necessario, dell’aiuto alla costruzione con manodopera locale. Gli artisti interessati a partecipare devono inviare le proposte, in cartaceo o per e-mail, entro il 28 febbraio 2014, corredate dal titolo dell’opera, breve relazione sul contenuto, abbozzo di computo estimativo, schizzo sufficientemente esplicativo con misure, tipo di materiali e tecnologie utilizzati.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>