Fabrica Festival ospita musicisti d’eccezione

fabrica festival - tusciaFabrica Festival giunge all’undicesima edizione con sorprendenti novità da vivere durante la manifestazione. È un evento musicale realizzato d’inverno nella Tuscia viterbese, a due passi da Roma. La rassegna, curata dai direttori artistici Maurizio Gregori ed Emiliano Di Vozzo, si svolge durante quattro domeniche consecutive, nel pomeriggio alle 17,30, presso il Teatro Tenda Pala Arte, con un simbolico ingresso di 5 Euro. Le melodie musicali sono il leit motiv del grande evento, opportunamente ospitato nello splendido scenario storico della Tuscia. Il turista a spasso in quei luoghi può avere due possibilità per ammirare la bellezza della storia e dell’ambiente, ben coniugata con la manifestazione musicale di Fabrica Festival. Il territorio viterbese offre al visitatore notevoli paesaggi dove ammirare la storia e l’arte, con diverse testimonianze da conoscere. La musica coinvolge il turista rendendo ancora più emozionanti le realtà storiche del luogo. Il programma è ricco e variegato. Tutto comincia il 12 gennaio per finire il 2 febbraio 2014. Durante questo periodo è possibile assistere a speciali concerti improntati alla musica folk, senza tralasciare quella d’autore con formazioni di artisti ben conosciute nel panorama italiano. Il primo concerto è eseguito dagli Acustimantico, un gruppo considerato da più di quindici anni un vero e proprio cult della nuova musica italiana. Completamente autoprodotta, la formazione propone un mix di tradizione balcaniche e di canzone colta europea. Non possono mancare jazz, avanguardia, pop meno ortodosso e consapevolezza sociale. Il 19 gennaio sono protagonisti i Camillocromo, autentico fenomeno musicale con un sestetto rigorosamente in smoking, il quale propone atmosfere musicali retrò con suggestioni circensi, colori felliniani e diversi colpi di scena. Fabrica Festival non smette di sorprendere le persone che assistono ai concerti. A seguire, il 26 gennaio, c’è la musica popolata dei Bevano Est, organico di strumenti acustici con composizioni originali sguaiate e originali, pronte a porre la musica e ogni tipo di arte al centro di innumerevoli contesti e relazioni. A concludere il festival, domenica 2 febbraio, c’è un cantautore di eccezione, Giorgio Conte, con il suo album Come Quando Fuori Piove, a interpretare una carrellata dei successi della sua lunga carriera, compresi la canzone dedicata al fratello Paolo, brani ironici e performance da chansonnier. Tutto ciò dimostra la sua forte capacità di porgere allo spettatore, con ironia, emozione e riflessione, quelle tematiche di vita quotidiana nelle quali è facile identificarsi.

Per maggiori informazioni: Ufficio Cultura 0761569001 Interno 7 – 3926326032

e.mail: cultura@comune.fabricadiroma.vt.it

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>