Cavalcata dei Magi nel centro storico di Firenze

cavalcata dei magi - firenzeLa rievocazione storica della Cavalcata dei Magi a Firenze è una manifestazione del folklore della località. Sono momenti di autentica festa da valorizzare perché esprimono quelle affascinanti tradizioni di un territorio. La Cavalcata dei Magi è celebrata lunedì 6 gennaio 2014, organizzata dall’Opera di Santa Maria del Fiore. La kermesse folkloristica, giunta alla XVIII edizione dell’epoca moderna, vuole riproporre un’antica e gloriosa tradizione fiorentina del XV secolo. A Firenze c’era una compagnia di laici intitolata ai Santi Re Magi, che seguiva determinate regole di carattere religioso, e organizzava un fastoso corteo chiamato Festa de’ Magi. Recuperata dall’Opera di Santa Maria del Fiore dal 1996, in occasione dei festeggiamenti per i 700 anni dalla posa della prima pietra della Cattedrale e della fondazione dell’Opera (1296), la Cavalcata dei Magi si svolge sotto gli auspici dell’Arcidiocesi e del Capitolo del Duomo, in collaborazione con il Comune di Firenze e la partecipazione dei comuni della provincia. Il solenne corteo, con i Re Magi a cavallo in abiti di seta ispirati all’affresco di Benozzo Gozzoli, è composto di circa 700 figuranti, tra cui quelli della Repubblica fiorentina. Dopo la partenza da piazza Pitti, alle ore 14.00, il corteo percorre le strade del centro storico di Firenze per arrivare in piazza Duomo, alle ore 15.30. Qui, dopo il saluto dei figuranti e lo scoppio della colubrina, i Re Magi depongono i loro doni ai piedi del presepe vivente. Dopo l’intervento di Franco Lucchesi, Presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore, segue la lettura del brano del Santo Vangelo dei Magi e il saluto del Cardinale Giuseppe Betori, Arcivescovo Metropolita di Firenze. Per il terzo anno consecutivo partecipano al corteo i rappresentanti di alcune comunità etniche di Firenze (Albania, Camerun, Eritrea, Filippine, Nigeria, Perù, Repubblica Democratica del Congo, Sri Lanka), le quali sfilano nei loro abiti tradizionali. Sono autentiche occasioni da non perdere per rivivere quell’atmosfera storica di un periodo particolare. È bene tramandare le tradizioni storiche ai giovani, per ricordare quella radice culturale, capace di rappresentare la straordinaria identità di un popolo. La Cavalcata dei Magi fu realizzata nel XV secolo con periodicità triennale, mentre dal 1447 avveniva ogni cinque anni. C’erano tre diversi cortei riuniti davanti al Battistero che proseguivano fino alla Basilica di San Marco, dove con canti e preghiere adoravano Gesù Bambino. Della Compagnia dei Santi Re Magi, chiamata anche La Stella, fecero parte i maggiori componenti della famiglia dei Medici e, per questo motivo, dopo la loro cacciata da Firenze, nel 1494, l’iniziativa fu soppressa.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>