Turismo, più investimenti per rilanciare il settore

turismo - ferraraL’Italia può crescere economicamente con il turismo, volano indiscusso e ambasciatore inconsapevole della gastronomia made in Italy. È una ricchezza che agevola l’affluenza di turisti stranieri solo se ben accompagnata da un’opportuna e gradita ospitalità. Durante i lavori della prima prima giornata di BTO2013 – Buy Tourism Online, in programma a Firenze, si è discusso del ruolo strategico del Bel Paese. Sono diversi gli scenari economici nei quali è possibile inserirsi, a pieno titolo, conquistando il mercato estero. Il turismo italiano non è soltanto legato al patrimonio artistico e culturale. Sono da ricordare l’ambiente e i paesaggi mozzafiato da ammirare nelle diverse località del Sud come in quelle del Nord, senza dimenticare il Centro. L’enogastronomia esalta notevolmente il percorso di ottimo livello che il turista condivide quando visita l’Italia. Per chi soggiorna nella Penisola vivere il turismo diventa un’occasione straordinaria per ammirare le bellezze storiche e artistiche, compreso il folklore del territorio. «L’Italia deve smettere – afferma Philip Wolf, fondatore di PhoCusWright, massimo ente di ricerca mondiale sul turismo online – di lamentarsi ma deve pensare alla concorrenza. Il marchio made in Italy è secondo solo alla Coca Cola. L’Italia deve essere più coraggiosa, meno conservatrice e più aggressiva perché possiede i requisiti necessari per essere competitiva. Perché le altre culture lanciano nuove idee? Perché le carriere sono più a rischio, pertanto sono più incoraggiati a lanciarsi. Nei prossimi anni – conclude Wolf – saranno in crescita gli italiani nel mercato del turismo on line. Nel Bel Paese devono investire e studiare le aziende piccole, quelle che funzionano grazie alle loro particolarità e alla loro originalità. Bisogna utilizzare le strategie corrette». È bene ricordare che BTO – Buy Tourism Online è un evento promosso da Regione Toscana, Toscana Promozione e Camera di Commercio di Firenze, organizzato da Fondazione Sistema Toscana e Metropoli – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze, la quale ha anche coinvolto il sistema camerale toscano e nazionale. È un’occasione per condividere scambi di opinione sulle diverse strategie economiche da mettere in campo per promuovere il turismo italiano. «I dati della Toscana del 2012 sul 2013 sono positivi – spiega Cristina Scaletti, assessore alla Cultura e del Turismo della Regione Toscana – poiché dimostrano una crescita dello 0,5%, che si traduce in termini assoluti in circa 104 mila arrivi e 196 mila pernottamenti in più. Fuori dall’Europa sono sempre in testa gli Stati Uniti e il Giappone». È necessario mettere in pratica una seria strategia per promuovere il bene Italia, al fine di aumentare il turismo e la conoscenza del Paese. Serve una maggiore consapevolezza negli operatori del settore perché il turismo è un ottimo veicolo di promozione, capace di incrementare altri settori dell’economia italiana come la gastronomia e l’artigianato. «All’interno, in Italia, abbiamo dati congiunturali – afferma Simonetta Giordani, sottosegretario del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo – dove notiamo che la crisi economica diminuisce le persone intente a vivere una vacanza. Per questo motivo esistono degli interventi di sostegno alla domanda debole, con i buoni vacanza per le classi più disagiate. L’obiettivo strategico punta sui turisti internazionali e su questa ricchezza fluttuante nel mondo, perché è quella che dobbiamo attrarre (al momento raccogliamo briciole), per creare un indotto che faccia partire una economia reale e, conseguentemente, per rilanciare il traffico domestico, poiché le persone guadagneranno meglio».

Francesco Fravolini

 

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>