Viaggiare, la cultura a portata di mano

venezia - viaggiareIl viaggio non è sempre condizionato dai soldi perché c’è prima l’esigenza di conoscere e di scoprire nuovi ambienti e originali paesaggi. Le persone appassionate di arricchire la personale cultura non si fermano di fronte al costo di un viaggio. Tutto ciò è possibile grazie alla variegata offerta messa a disposizione delle strutture turistiche, favorendo soggiorni con una spesa contenuta in qualsiasi città d’Italia. C’è solo l’imbarazzo della scelta: dal bed and breakfast alle camere in affitto fino agli agriturismi immersi nel verde della campagna. Il viaggio non è più un vero e proprio investimento perché, specialmente nelle città d’arte, il turista può scegliere la tipologia più vicina alle proprie esigenze economiche, per soggiornare e vedere le opere artistiche ospitate nei musei, senza tralasciare i paesaggi e il centro storico della città che si sta visitando. Più di trenta anni fa il viaggio era inteso come un momento di riposo, nel quale godere dell’assoluto relax con gli affascinanti comfort dei grandi hotel. La società e le esigenze delle persone, compresa la difficile crisi economica, complice di stravolgimenti delle scelte quotidiane, cambiano le preferenze e stravolgono il mercato del turismo. Le strutture turistiche intercettano questa nuova esigenza di viaggiare con budget limitati e si allineano alla nuova domanda. È fuori dubbio che restano sempre di moda gli hotel a 5 stelle con relativa SPA ma sono frequentati in misura maggiore dagli stranieri. La clientela cambia e rivoluziona quella che potremmo definire la vacanza italiana. Cinesi, americani e giapponesi sono i turisti d’eccezione nelle città d’arte italiane o negli alberghi di lusso, dove possono trascorrere soggiorni indimenticabili. Tutto ciò non toglie nulla al turismo italiano poiché diventa sempre più condiviso dalla società, senza essere una scelta riservata soltanto alle persone facoltose. Avanza a piccoli passi anche il turismo sostenibile che diventa la nuova filosofia del viaggio nel quale rispettare l’ambiente e valorizzare il mondo agricolo. Se la crisi economica arreca problemi alle famiglie e ai singoli è bene sempre intravedere quell’aspetto positivo, capace di far comprendere alle persone la vera importanza di un territorio. La crisi economica dovrebbe essere vissuta come un momento di riflessione nel quale valorizzare il patrimonio culturale, spesso tralasciato o sottovalutato dal consumismo. È forte l’esigenza di riprendere coscienza della cultura italiana sparsa qua e là nel territorio della Penisola per comprendere, mediante il viaggio, le straordinarie testimonianze storiche e artistiche. Un viaggio non costa molto ed è alla portata di tutte le tasche.     

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>