La musica italiana d’autore all’Auditorium di Roma

musica - cantautore - romaQuando la musica e la poesia sono bene assortite con un’opportuna quantità d’improvvisazione possono animare, in modo strepitoso, il palco di vita e di energia. Il 25 settembre 2013 alle 21.00, presso il Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, la musica diventa Pop-olare con una serata firmata Helikonia, all’insegna della musica italiana d’autore. La performance vuole riscoprire quella tradizione che, coniugando passato e presente, affonda le sue radici nel passato cantautorale tipicamente romano, con le potenzialità di un sound giovane e di una nuova ricerca. È un’autentica riscoperta del folklore che ha contraddistinto la musica di un tempo, caratterizzandola con melodie e adattamenti originali. La musica interpreta sul pentagramma i momenti storici con le sue melodie, ispirate da contingenze storiche. Le emozioni e le tragedie sociali sono rappresentate dalle melodie per esaltare oppure per esorcizzare determinate situazioni. I cantautori di un tempo sono stati capaci di intercettare le particolarità della società, scrivendo testi e musiche di denuncia o più semplicemente delle autentiche fotografie, relative al momento storico. La musica, al pari del teatro, è un’espressione artistica capace di interpretare le verità sociali di un’epoca. Nella serata al Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica saranno i moderni cantastorie a raccontare persone, luoghi, aneddoti, gioie e dolori della vita vissuta nei quartieri di Roma nel 2013. È una perfetta fusione tra Pop e Tradizione ispirata dal leggendario Folk Studio, tipico locale romano di Trastevere, senza tralasciare la sua vivace ed elevata attività artistica, raccontata da Edoardo De Angelis. A raccogliere questa eredità sono artisti come Emilio Stella, che gioca con rime e doppi sensi raccontando la quotidianità propria e dell’uomo della strada; Gianmarco Dottori con i suoi ritmi festosi e coinvolgenti e le sue atmosfere intime e uniche; Simone Avincola, artista eclettico definito da molti come il primo della nuova generazione dei cantautori ribelli.”Avincola ha esordito, quest’anno, come regista con un docu-film su Stefano Rosso, mentre entro l’anno uscirà sul mercato un suo nuovo disco.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>