Quelle giornate dedicate alla Dieta Mediterranea

dieta mediterranea - assisiIl termine dieta deriva dal greco diaita, ovvero stile di vita. È proprio la filosofia del buon vivere a evidenziare alcuni tratti salienti delle scelte personali riguardanti la Dieta Mediterranea, quel ricco e variegato insieme di conoscenze, pratiche e tradizioni che comprendono il paesaggio fino ad arrivare alla tavola. La kermesse dedicata alla Dieta Mediterranea si svolge parallelamente alla quarta edizione del World Tourism Expo, Salone Internazionale del Turismo, rivolto principalmente ai beni e ai siti del patrimonio dell’Umanità Unesco, in programma al Palaeventi Lyrick di Assisi dal 20 al 22 settembre 2013. Contemporaneamente al meeting sul turismo si svolgeranno le Giornate della Dieta Mediterranea, al fine di divulgare al grande pubblico, agli operatori e alla stampa la realtà particolare della dieta in tutti i suoi aspetti, sia quello alimentare sia delle tradizioni, tra esposizioni di prodotti, degustazioni guidate di piatti locali, animazioni folcloristiche, convegni di approfondimento e conoscenza e workshop B2B. È una grande opportunità per approfondire quello stile di vita che fa parte della tradizione italiana, senza tralasciare il confronto con gli altri Paesi del Mediterraneo, attraverso esposizioni di prodotti, degustazioni guidate, convegni a tema e workshop riservati agli operatori del settore. Nel 2011 la Dieta Mediterranea è stata inserita dal Comitato Intergovernativo dell’Unesco nella lista degli elementi del patrimonio culturale immateriale dell’umanità, a testimonianza di come sia fondamentale l’espressione di una cultura radicata da secoli tra le popolazioni del bacino del Mediterraneo, perfetta sintesi tra ambiente culturale, organizzazione sociale, universo religioso ed economico riguardante la gastronomia. Il modello nutrizionale della Dieta Mediterranea è costituito principalmente da olio di oliva, cereali, frutta fresca o secca, verdure, da una moderata quantità di pesce, latticini e carne, molti condimenti e spezie, accompagnato da vino o infusi, sempre nel rispetto delle tradizioni di ogni comunità. Ma ciò che rende la Dieta Mediterranea davvero speciale non è solo l’aspetto salutistico degli alimenti che la compongono quanto, piuttosto, quello sociale. Il pasto in comune è un importante momento di coesione delle ristrette come delle più ampie comunità. Non dimentichiamo che la Dieta Mediterranea si fonda sui prodotti del territorio, garantendo la conservazione e lo sviluppo delle attività tradizionali e dei mestieri collegati alla pesca e all’agricoltura nelle comunità del Mediterraneo. I Paesi più caratterizzati dallo stile di vita della Dieta Mediterranea sono l’Italia, la Spagna, la Grecia e il Marocco, ma è allo studio la possibilità di ampliare l’appartenenza alla Dieta anche ad altri Stati che si affacciano sul bacino del Mediterraneo. È curioso notare che sono state individuate quattro piccole aree – una per ciascuno dei Paesi sopra indicati – come comunità simbolo della Dieta Mediterranea, ovvero Soria, nella regione di Castilla y Léon in Spagna, Koroni in Grecia, il Cilento per l’Italia e Chefchaouen in Marocco, tutti territori caratterizzati dal sole caldo, dalla natura generosa e dall’interazione tra culture diverse.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>