Terre di Faenza, trionfa l’enogastronomia del territorio

enogastronomia - riolo termeIl territorio delle Terre di Faenza è affascinante e generoso di paesaggi capaci di attrarre i visitatori. Le strade sono armoniose e panoramiche, in un continuo saliscendi tra calanchi, formazioni gessose, verdi colline e splendidi panorami, dove ammirare viti e ulivi. Per gli appassionati sono ottime le escursioni a piedi, in bicicletta, a cavallo o in motocicletta, verso la ricerca di scorci, di bellezze architettoniche e naturalistiche. È un modo di vivere la natura a diretto contatto con l’ambiente, occasione per riscoprire le autentiche bellezze naturali. Fra queste strade panoramiche spicca con evidenza quella più gustosa: la Strada del Sangiovese. È la Strada dei Vini e dei Sapori delle Colline di Faenza. Se si percorre questa strada del gusto, durante il periodo autunnale, è possibile partecipare a eventi legati al vino e ad altre manifestazioni tradizionali del luogo. Sono le tradizioni locali che esaltano la storia del territorio, valorizzando il patrimonio storico della regione. Tutto comincia dalla storica Sagra Provinciale dell’Uva, giunta alla sua 62a edizione, voluta per celebrare l’uva, il vino e la vendemmia. L’evento si svolge a Riolo Terme, dal 12 al 15 settembre 2013. È un importante avvenimento culturale ed enologico, capace di coinvolgere tutta la città. Nei quattro giorni di festa sono in programma avvenimenti culturali ed enologici per presentare il meglio della produzione vinicola del territorio. Non possono mancare gli incontri tra il vino e la storia locale con degustazioni guidate, convegni, cene, spettacoli teatrali, concerti di musica celtica, rievocazioni storiche. È intenso il programma di domenica 15 settembre con le rievocazioni storiche legate all’antica tradizione della cultura della vite e del vino, compresi momenti di vita agreste legati alla vendemmia e alla mostatura dell’uva. Con la Sagra dell’Uva si svolgerà, a Riolo Terme, la quinta edizione di Riolo Wine, il 13 settembre, all’interno della Rocca trecentesca. È una grande degustazione nel corso della quale sarà possibile assaggiare alcuni dei migliori vini ottenuti da uve autoctone italiane. I vini saranno accompagnati da un ricco buffet. Nella pianura delle Terre di Faenza, precisamente a Solarolo, si svolgerà, con qualche giorno d’anticipo rispetto all’evento bavarese, la versione romagnola dell’Oktoberfest, grazie alla collaborazione tra Pro Loco e numerosi cugini tedeschi di Kirchheim Am Ries nel Baden-Württemberg District. L’evento si svolge dal 19 al 21 settembre. Sono tre giorni all’insegna della buona birra, della cucina tradizionale tedesca ma anche di sapori autentici e genuini della Romagna. Il 20 ottobre, a Riolo Terme, si svolgerà la Giornata della salvia e della saba, un originale abbinamento per celebrare e riscoprire una pianta officinale comune, dai molteplici usi in cucina e di un derivato del mosto quasi ormai perduto. La saba si ricava facendo bollire lentamente il mosto d’uva, per molte ore, fino a ridurne di due terzi la quantità liquida. Il risultato è una sorta di sciroppo di colore scuro e di gradevole gusto e aroma. La saba in Romagna è stata usata per arricchire e dare maggiore gusto a svariati alimenti: frutta, pane, polenta, fagioli, tortelli dolci ripieni. I bambini la mescolavano alla neve appena caduta, improvvisando dei sorbetti. Con la saba si ricava una ricca e saporita marmellata “e Savor”. Per tutta la giornata della sagra verrà preparata dal vivo la saba attraverso dimostrazioni pratiche. A chiudere la carrellata di eventi legati al mondo del vino è la diciottesima edizione della Festa de’ brazadel (la ciambella) e del vino novello, prodotto nelle aziende del territorio. L’evento conclusivo si svolge domenica 10 novembre a Castel Bolognese.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>