Quella strana avventura nelle gallerie del Pasubio

montagna - pasubioÈ affascinante sopravvivere una notte nelle gallerie del Pasubio, stravolgendo le regole di vita quotidiane. L’opportunità arriva dal II BunkeEvent, organizzato dall’associazione culturale BunkerAndMore e dall’associazione Gargano Woodcraft, in programma il 14 settembre 2013. Tutto comincia nelle magnifiche valli del Pasubio in provincia di Vicenza, percorrendo le spettacolari 52 Gallerie della Prima Guerra Mondiale. L’avventura sarà coadiuvata dall’esperto di sopravvivenza Marco di Bari, nonché presidente dell’associazione Gargano Woodcraft. Durante il cammino Marco insegnerà importanti tecniche per la propria sopravvivenza, mentre la cena e il pernottamento saranno in puro stile Adventure. Le gallerie del Pasubio sono estremamente affascinanti al pari delle avventure da vivere nelle montagne. C’è un’attrazione particolare per chi vuole restare nel silenzio e ascoltare la “voce” dell’ambiente. A molte persone piace avere un autentico confronto con la montagna. Il ritrovo, per tutti gli appassionati, è al parcheggio Bocchetta Campiglia alle ore 12.00, nella Strada Provinciale 81 a Posina, in provincia di Vicenza. L’avventura prevede la nottata in tenda con pasti caldi, a completo contatto con la natura. È evidente che non c’è nessuna comodità, mancano i servizi igienici e probabilmente non c’è campo per i telefonini. Ogni partecipante è responsabile di se stesso, delle sue cose e del suo spazio. Conosciamo meglio l’itinerario. Quando percorriamo la Strada provinciale del Pasubio e arriviamo alla Trattoria Ponte Verde giriamo a sinistra verso il Passo Xomo, ovvero Ponte Verde. La strada comincia a essere stretta e un po’ dissestata. Nessuna preoccupazione perché è percorribile ma bisogna prestare molta attenzione. Dopo circa quattro chilometri si arriva al Passo Xomo nel comune di Posina. Da lì proseguiamo a sinistra, verso La Strada dalle 52 Gallerie fino alla sommità, di conseguenza al parcheggio di Bocchetta Campiglia. Per godere appieno l’avventura sul Pasubio sono necessari alcuni requisiti personali. Non c’è un’età minima perché è un’avventura per tutti con la possibilità di camminare per tre o quattro ore. Serve una buona capacità di orientamento. È pericoloso soffrire di vertigini oppure di male d’altezza. Sono necessarie buone condizioni di salute. A chi partecipa è consigliato un abbigliamento appropriato all’avventura come le scarpe comode da montagna, i pantaloni lunghi, la felpa, la maglia o la giacca WindStop e antipioggia. Sono necessari ricambi anche intimi per due giorni, senza tralasciare gli accessori da bagno e quelli personali. Nel luogo sarà costruito un rifugio d’emergenza per trascorrere la notte direttamente dagli alpini del posto. Chi desidera può portare la propria tenda da campeggio con torce e batterie di riserva a sufficienza (all’interno delle gallerie è completamente buio). Sono facoltativi il fornelletto a gas con bomboletta e altri accessori per il campeggio. È sempre utile portare il piccolo kit di pronto soccorso con salviette umidificate milleusi. C’è la possibilità che una jeep porti al rifugio in quota (la nostra destinazione) tutto il materiale che potrebbe ingombrare il cammino. Buona avventura.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>