Premio l’Altra Italia, riconoscimento alle eccellenze italiane

baia domiziaÈ la professionalità dell’attrice e della regista Simona Izzo, madrina della decima edizione del Premio tv nazionale L’altra Italia – Vite da Premio, ideato e promosso da Gaetano Cerrito, a coinvolgere le persone sui diversi temi presi in considerazione dal Premio. L’evento, in programma il 20 e il 21 settembre 2013, si svolge all’Hotel Marina Club di Baia Domizia, con due giornate interamente dedicate alla premiazione degli italiani, i quali si sono particolarmente distinti nel campo della ricerca scientifica, della politica e delle istituzioni, della cultura, del giornalismo, dello sport, del cinema, dello spettacolo e dell’imprenditoria. È un riconoscimento al merito destinato alle professionalità italiane capaci di portare, quotidianamente, un valido contributo al miglioramento delle realtà sociali. Nel momento storico italiano dove la meritocrazia sembra essere soltanto una parola, spesso abusata dai politici, il Premio evidenzia, da dieci anni, questo particolare valore intellettuale riguardante il merito professionale, in diversi campi della società. È un importante riconoscimento al fine di tenere in giusta considerazione il merito, quella differenza sostanziale da valorizzare e da enfatizzare. C’è una sorpresa durante i due giorni del Premio. Gli ospiti parteciperanno a un piccolo tour turistico tra i luoghi e tra le strutture più suggestive di Baia Domizia, Sessa Aurunca e Cellole. Sono previste visite mediche gratuite a tutte le persone grazie alla collaborazione di Annamaria Colao, responsabile Dipartimento di Endocrinologia e Oncologia molecolare e clinica dell’Università Federico II di Napoli, a cura dell’Associazione Campus della Salute. «È un’edizione speciale – commenta Cerrito – perché il nostro Premio raggiunge quest’anno un traguardo importante: da dieci anni diamo risalto a tutti quegli italiani che con il loro impegno e il loro valore onorano il Paese, accrescendone la fama oltre i confini nazionali. Continueremo, nel nostro piccolo, a sostenerne l’operato, promuovendo momenti di confronto e di festa come “L’altra Italia – Vite da premio” vuole continuare a essere. Questo decennale è stato voluto con spirito di perseveranza tra mille difficoltà, in una terra bellissima, ma difficile come la Campania. Il mio percorso di vita, professionale e umano, credo sia contraddistinto – conclude Cerrito – per la propensione a scelte di qualità, volte alla promozione e alla riqualificazione della nostra terra e dei rapporti umani, al fine di favorire un processo evolutivo del vivere comune. Non nascondo e me ne duole che non sia stata forte la risposta di alcune Istituzioni, ma non demordo». Il Premio, un veliero in bronzo, è realizzato dallo scultore di fama internazionale Egidio Ambrosetti, conosciuto come lo “sculture di Padre Pio” e autore del Premio Barocco. Madrina e presidente ad honorem dell’evento è Liliana De Curtis, ambasciatrice in Italia e nel mondo di Totò, e Silvio Garattini, fondatore e direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri. Il giornalista Ermanno Corsi sarà il Presidente di Giuria, mentre il direttore del Centro di Elettrofisiologia e Aritmologia Clinica dell’Istituto Policlinico di San Donato Milanese, Riccardo Cappato, guiderà la sezione Ricerca Scientifica. L’Altra Italia – Vite da Premio nasce nel 2001 dall’omonimo talkshow televisivo ideato da Gaetano Cerrito. L’evento gode del patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Caserta, della Camera di Commercio di Caserta, dei Comuni di Cellole e Sessa Aurunca. Tra i premiati delle precedenti edizioni ricordiamo Luigi Nicolais, presidente del Cnr, Gennaro Sangiuliano, vicedirettore del Tg1 Rai, Sarah Varetto, direttore di Sky Tg24, Dario Scannapieco, vicedirettore Bei, Antonio Amodeo, cardiochirurgo del Bambin Gesù di Roma autore del primo trapianto di cuore artificiale su un quindicenne, il presentatore Pippo Baudo, il Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, il Maestro Giovanni Allevi, la regista Rossella Izzo, l’economista Paolo Savona, l’attrice Eleonora Giorgi, la presentatrice Rosanna Lambertucci, il calciatore Gianni Rivera, il viceministro per le Infrastrutture Vincenzo De Luca, Francesco Paolo Casavola, Presidente Emerito Corte Costituzionale, e Paolo Zamboni, direttore del Centro Malattie vascolari dellUniversità di Ferrara.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>