Villa La Màgia, raffinata cura del bello vicino Pistoia

villa La Màgia - toscanaVilla La Màgia è un’altra perla di quella collana infinita che adorna il nostro meraviglioso Paese. Le guerre, le speculazioni edilizie dissennate, le ristrutturazioni e le calamità naturali non sono riuscite a farne eclissare totalmente le bellezze. Villa La Màgia è una realtà che si è conservata intatta da secoli. Siamo a Quarrata, una zona fortemente industriale vicino a Pistoia, nel territorio del Montalbano, senza alcun riferimento al popolare commissario della fiction della Rai. La posizione geografica a cavallo tra Lucca, Pistoia e Siena l’ha resa, da sempre, una terra di conquista. Feudo nel Trecento dei Panciatichi che la tennero per diversi secoli, fu poi dei Cancellieri e, in seguito, passò sotto Firenze con i Medici che la inserirono, a buon diritto, nel progetto delle Ville Medicee. Assunse sotto Ferdinando l’aspetto attuale, grazie al progetto affidato al Buontalenti. Successivamente passa ancora di mano agli Attavanti che, oltre al rinnovo strutturale, grazie a Pandolfo esteta e uomo di mondo, curano in modo particolare gli arredi. Diviene un esempio fulgido di lungimiranza e di civiltà, perché l’attenzione e la cura del bello non riguarderanno solo le stanze più importanti ma anche le camere da letto per la servitù. In seguito va ai Ricasoli e infine passa ai Cellesi che, senza figli, la lasciarono agli Amati a patto che conservassero il proprio nome. L’ultima proprietaria fu la contessa Marcella Amati Cellesi che la abitò fino al 2002. Nei primi anni di questo secolo gli arredi che possiamo vedere erano ancora utilizzati, le cucine erano piene di vapori e profumi, mentre ciò che adesso appare come un gioiello di storia e d’arte era una casa viva con un appeal particolare. Ora sono in atto gli interventi di restauro del complesso architettonico, ma contemporaneamente la Villa viene utilizzata dall’Amministrazione comunale per i propri eventi. La struttura storica è anche a disposizione di tutta la comunità per iniziative di vario genere, la cui eco valorizza tutta la città di Quarrata. “Genius loci – Lo spirito del luogo”, grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, è uno dei più significativi eventi in questo senso. A partire dal 2005 le opere di Fabrizio Corneli, Anne e Patrick Poirier, Marco Bagnoli, Hidetoshi Nagasawa e Maurizio Nannucci, quest’ultimo lungi dallo standard a cui siamo abituati, hanno creato uno iato difficile da superare, favorendo un dialogo armonioso tra l’arte di ieri e quella di oggi. La vitalità e l’attualità de La Màgia non si fermano qui. Grazie ad Abitare l’Arte, il progetto inserito nei Piuss e finanziato dalla Regione Toscana per lo sviluppo economico, alcuni ambienti della Villa sono destinati alla realizzazione di un laboratorio tecnologico-artistico di sviluppo prototipi e design, dedicato alle produzioni di qualità dell’arredo casa. Non c’e che dire, Pandolfo potrà essere Felice poiché la sua forte impronta ha segnato il destino della Màgia, al punto che tanti giovani allievi del Piuss raccolgono il testimone.

Tiziana Leopizzi

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>