La Notte dei Musei valorizza l’arte a Cosenza

notte dei musei - cosenzaL’arte è sempre un’ottima occasione per comprendere diversi significati espressi dagli autori nelle opere artistiche. A Palazzo Arnone, sede della Galleria Nazionale di Cosenza, l’evento culturale Notte dei Musei, previsto sabato 18 maggio 2013, permette di avvicinare tutti i musei d’Europa. Una buona conoscenza della cultura artistica consente di capire le tensioni culturali di un artista, senza dimenticare il suo personale impegno sociale. A intrattenere gli ospiti, dalle 20.00 fino a mezzanotte, sono le affascinanti esecuzioni musicali del Conservatorio di Musica Stanislao Giacomantonio di Cosenza, partner storico dell’evento Notte dei Musei. Durante la serata non possono mancare altre interessanti proposte culturali. Tutto ciò aiuta ad aumentare quella sana discussione, momento fondamentale per sensibilizzare le persone su temi da valorizzare costantemente come la cultura e l’arte. Nella Notte dei Musei c’è una rara occasione da cogliere senza indugiare poiché è possibile conoscere la storia del magnifico palazzo, comprese le collezioni della Galleria, guidati dagli studenti del Liceo Classico Bernardino Telesio di Cosenza. Nelle sale espositive di Palazzo Arnone, la Compagnia Libero Teatro presenta Tele(in)visione, racconti che danno vita ai capolavori della Galleria mediante i personaggi e le scene più avvincenti. Nella Notte dei Musei si può osservare attentamente un antico dipinto per riportare alla luce i segreti nascosti. L’Associazione Verde Binario favorisce l’esplorazione delle contaminazioni dei linguaggi digitali al fine di sperimentare le straordinarie potenzialità, interagendo con le installazioni esposte. I sound contemporanei della musica ambient assicurano il piacevole sottofondo durante i momenti riservati alle degustazioni dei prodotti tipici, offerti dalle aziende del territorio. È sempre una piacevole occasione rivalutare le specialità gastronomiche del territorio, specialmente mediante eventi culturali. Sono momenti per valorizzare il patrimonio culturale della località, nel quale la gastronomia occupa un posto di assoluto rilievo. Palazzo Arnone si unisce all’itinerario culturale che collega altri luoghi d’arte e di cultura della città, aperti fino a mezzanotte, tutti raggiungibili con le navette gratuite assicurate dal Comune di Cosenza e dall’Amaco. L’Assessorato alla Cultura della Provincia di Cosenza propone presso la Biblioteca Provinciale di Cosenza la proiezione del cortometraggio Kyriakos di Giovanni Sole, prodotto dall’Università della Calabria e dalla Provincia di Cosenza – Assessorato alla Cultura. Sono da ammirare anche la mostra di pittura di Carlo Furgiuele Aspetti della Memoria e l’esposizione di liuteria classica di Alessandro Carpino. Al Museo delle Arti e dei Mestieri (MAM) è da vedere la mostra bipersonale Il mio mondo di Paola Fedele ed Estemporealismo di Antonio Viscardi. Il Museo dei Brettii e degli Enotri presenta musiche celtiche e sudamericane a cura dell’Associazione Musicale The Brass Collection, con Fiorella Terranova all’arpa celtica e Sandro De Luca alle percussioni. La Biblioteca Civica di Cosenza, in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e a centocinquanta anni dalla nascita di Pietro Mascagni, inaugura la mostra Verdi e non solo, curata da Luciano Romeo. I visitatori possono scoprire partiture, canti e tradizioni popolari del ricco fondo Armando Muti, etnologo e musicista poliedrico. Dalle 21.00 l’Ensamble Hesperia presenta lo spettacolo teatrale Ma mere l’oye su musiche di M. Ravel. La serata si conclude con le note della fisarmonica di Ivano Biscardi che propone un ricco repertorio, da Bach a Piazzolla.

Francesco Fravolini

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>