Quando la musica folk riscopre sapori e territori

musica emiliaLa musica è un modo originale per conoscere nuove località e per assaggiare nuovi sapori della gastronomia italiana, conosciuta e rinomata. Nelle caratteristiche campagne di Faenza, in provincia di Ravenna, nel cuore dell’Emilia-Romagna, c’è una rassegna musicale, unica nel suo genere, dai cortili delle case, lungo le strade e nei campi, tra concerti ed enogastronomia. A pochi chilometri da Faenza, in una suggestiva località chiamata Castel Raniero, immersa nel verde fra le colline e la campagna, dal 1999 viene celebrato un originale evento con la melodia dal titolo “La musica nelle Aie – Castel Raniero in festa”. Il festival musicale dura quattro giorni, dal 9 al 12 maggio 2013. L’happening rappresenta un momento di partecipazione, di scambio, di incontro e di dialogo fra musicisti provenienti da tutta Italia, insieme a un pubblico eterogeneo che, prendendo spunto dalle note musicali del folk, riesce a scoprire e a valorizzare il territorio, il suo ambiente, il cibo e il vino. È una melodia capace di coinvolgere diverse persone poiché la musica unisce con semplicità ed eleganza. Mediante un percorso panoramico ad anello di circa cinque chilometri (da compiere a piedi o in bicicletta), facendo tappa lungo le strade, nei cortili e nelle aie delle case, all’ombra di un grande albero o sotto il caldo sole primaverile, è possibile ascoltare piccoli e grandi concerti. Sono tutti live di musica folk, tradizionale o moderno, nella sua accezione più ampia del termine. L’atmosfera presente durante le esibizioni musicali è davvero unica: dalla sensazione della festa rurale in un’aia tra balli e vino, fino a giungere alla dimensione solitaria della musica che riecheggia tra i vigneti e i campi di grano. La musica coinvolge le persone promuovendo momenti di pura socialità per condividere le espressioni di un territorio che spesso accomunano le persone. È un modo originale per conoscere altre persone e ritrovare quella giusta sintonia. Gli eventi musicali di rilievo sono previsti giovedì 9 con una serata dedicata al ballo, quello folk, insieme ai gruppi Fermento Etnico, Uva Grisa e Capa Cupa. Venerdì 10 sono protagonisti Daniele Ronda e Folkclub, nomi nuovi e importanti della scena folk italiana. La magia della musica si amplifica sabato 11 con Malghesetti, che interpretano i brani del loro ultimo disco, senza dimenticare la grande Ginevra Di Marco. La conclusione del festival, domenica 12, è affidata al gruppo Lame a foglia d’oltremare, nato nel 2004 a Bologna, subito inserito nel panorama musicale del capoluogo emiliano. Durante il festival sono previste visite culturali e naturalistiche alle ville e ai boschetti di Castel Raniero, con mostre, stage, mercatini di prodotti tipici, senza dimenticare il famoso stand gastronomico capace di soddisfare le persone che trascorreranno un fine settimana davvero speciale.

Francesco Fravolini

Share

2 thoughts on “Quando la musica folk riscopre sapori e territori

  1. Articolo molto interessate! Io mi occupo di consulenza e formazione nel settore alimentare. Sono molto interessato a quello che è l’aspetto storico-culturale dell’alimentazione. Il mio sito e’ il seguente: www.formazione-manuale-haccp.it ; se siete interessati sono disponibile a collaborare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>